A Travellerspoint blog

Back Home...

Dopo tanto silenzio!

Ciao a tutti,

lo so, vi avevamo promessi costanti aggiornamenti per premiare la vostra fedeltà nel seguire il blog, ma negli ultimi giorni abbiamo dovuto arrenderci all'assenza del web. Eh sì, perchè nei due splendidi giorni passati sull'isola di Saaremaa (non ho un problema con il tasto "A" della mia tastiera, si scrive proprio così e si pronuncia pressapoco come si scrive) non abbiamo avuto modo di trovare un PC nemmeno a pagarlo (in compenso abbiamo trovato cervi e volpi!) e nemmeno nella pittoresca Tallinn, una città che è un amore da tanto che è bella, il nostro ostello era provvisto di internet. O meglio, in teoria ne era provvisto, ma dato che sfruttava il Wi-Fi point del palazzo di fronte, potevamo usarlo solo quando la porta della stanza che dava su quel palazzo era aperta, e avremmo duvuto comunque spostarci in stanza di altri, o scendere comodamente al cancello dell'ostello 4 piani sotto (come ci ha intelligentemente suggerito quella che si spacciva per la proprietaria). Quindi, abbiamo desistito, e ritengo onestmente che abbiamo avuto i nostri buoni motivi. Ci riteniamo scusati, anche se ci dispiace, perchè avevamo un sacco di foto da farvi vedere.
Siamo ritornati oggi nel tardo pomeriggio, su un aereo che a vederlo dal gate sembrava un modellino giocattolo da tanto che era piccolo (tipo l'Elefante elegante di Burns) ma che ci ha portato sani e salvi a casuccia. Ora vi starete chiedendo, "che senso ha aggiornare un blog di un viaggio che è già finito?" Non lo so nemmeno io di preciso, è che abbiamo ancora tante cose da racontarvi e per il momento, fino a quando non vi vediamo tutti, ci sembra l'unico modo di raggiungervi.
Il viaggio è stato molto bello davvero, e abbiamo mandato cartoline a destra e a manca a confermarlo (spero siano arrivate!): abbiamo visto un sacco di posti belli e siamo riusciti ad mescolare momenti cittadini ad escursioni più avventurose "into the wild". In particolare sull'isola di Saaremaa abbiamo girato in macchina (432km in due giorni scarsi) fino a scogliere a strapiombo sul mare, spazzate da un vento fortissimo, e fari che svettano sulle spiagge affollate di cigni e gabbiani, davanti a cieli che ti fanno venire voglia di baciare chiunque ti trovi a fianco (nel mio caso era sempre Silvia). Abbiamo dormito in stanze agresti e a dir poco rustiche ma anche in piccole casette di legno tutte per noi con tanto di sauna a ritemprarci dalle giornate isolane. Insomma, una verra immeriosne in una natura molto incontaminata, senza turisti e con un sacco di sorprese (ci manca solo l'alce all'appello).

Caspita, mi accorgo di aver scritto un bel pochino, e adesso vi saluto. Anzi, fingo di salutarvi per scrivere un altro post su Tallinn. Appena riesco a riavere il cavetto della mia macchina foto, che è rimasto in valigia a Silvia, vi mando anche le pics.
Ciao, a tra poco,

Enrico

Posted by Enrico84 11:46 Archived in Estonia

Email this entryFacebookStumbleUpon

Table of contents

Be the first to comment on this entry.

This blog requires you to be a logged in member of Travellerspoint to place comments.

Enter your Travellerspoint login details below

( What's this? )

If you aren't a member of Travellerspoint yet, you can join for free.

Join Travellerspoint